fbpx

Serie TV da vedere (o rivedere) in quarantena

Written by on marzo 18, 2020

Animazione, satira, azione, fantasy e molto altro. Amici binge-watcher ecco 6 serie TV da vedere (o rivedere) durante la quarantena secondo Soundtrackers

Diciamocelo: rimanere a casa in tuta, ciondolando tra scrivania, letto e divano ha i suoi lati positivi. Soprattutto se anche tu – come noi di Soundtrackers – sei un appassionato di serie tv. Ci siamo già capiti vero? Allora armati di Netflix, Amazon Prime Video o di qualche improbabile sito di streaming (non ti giudicheremo, collega) prendi una coperta, qualcosa da sgranocchiare e datti al binge watching più sfrenato. Qui qualche consiglio da parte di Noha e Sapo sulle serie da vedere (o rivedere). La parola d’ordine? QUA-LI-TA’ (cit.)

 

AVATAR – LA LEGGENDA DI AANG

Serie animata statunitense andata in onda per la prima volta nell’ormai lontano 2008 (e dalla quale è stato tratto un orrendo lungometraggio in live action); Avatar – La leggenda di Aang è ambientata in un mondo immaginario, ispirato a quello asiatico e diviso in 4 nazioni, corrispondenti ai 4 elementi (aria, terra, fuoco, acqua). Popolato dai cosiddetti dominatori – persone in grado di padroneggiare uno degli elementi di cui sopra – racconta delle avventure di Aang, l’avatar del titolo, in grado di dominare tutti e 4 gli elementi e a cui spetta il compito di riportare l’equilibrio fra le nazioni, sconvolte dall’attacco della nazione del fuoco avvenuto 100 anni prima.
 Considerata una delle migliori serie animate di tutti i tempi, Avatar utilizza il velo di umorismo e avventura, tipico delle serie animate per ragazzi, per affrontare temi decisamente adulti come la guerra, il lutto, la spiritualità, l’abuso da parte dei genitori sui propri figli, il rapporto con l’alterità. Tutto ciò si unisce ad un’ambientazione curatissima e ad un cast di personaggi fenomenale, che la rendono imperdibile per qualsiasi appassionato di serie tv.
 La serie è presente su Netflix.

 

NEON GENESIS EVANGELION

Neon genesis Evangelion (o, per i fan, Evangelion) è una serie animata giapponese del ‘95, creata dallo studio Gainax e scritta e ideata da Hideaki Anno. L’opera è composta da 26 episodi più un film di 90 minuti ed è considerata uno degli anime più influenti di tutti i tempi. 
La storia, ambientata nella futuristica città di Neo Tokyo-3, si svolge 15 anni dopo una catastrofe planetaria nota come Second Impact (sulla quale viene fatta luce nel corso della serie). Si incentra sulle vicende di Shinji Hikari, il ragazzo reclutato dall’agenzia speciale NERV per pilotare un mecha (una sorta di robottone gigante) noto come EVA, al fine di combattere degli esseri alieni e misteriosi, noti come angeli.
 La serie è caratterizzata da una profonda introspezione psicologica ed è incentrata sullo sviluppo interiore e relazionale dei personaggi, più che sui combattimenti (che comunque non lasciano a bocca asciutta i fan delle mazzate in stile sol levante). 
Unica pecca: la pessima resa della versione italiana. Consigliamo quindi di armarti di pazienza e guardare l’opera in lingua originale, con sottotitoli in inglese.
 Non te ne pentirai! La serie è presente su Netflix.

 

ARCHER

Vi siete mai chiesti cosa accadrebbe mischiandolo lo charm di James Bond, la cattiveria di Eric Cartman e l’alcolismo di Bender? Probabilmente no; ma se lo è chiesto Adam Reed, creatore di Sterling Archer, nome in codice “Duchessa”, la spia migliore del mondo, che dà il nome alla serie. Ben lungi dall’essere un’eroe senza macchia, dietro la maschera di super spia internazionale infatti si cela un completo idiota, narcisista, alcolizzato e dedito ad ogni eccesso.
 Archer però non è solo: nelle sue avventure è accompagnato degli altri agenti e dipendenti dell’ISIS (International Secret Intelligence Service), ed è qui che la serie brilla davvero. 
Ogni personaggio è molto ben caratterizzato (nonché totalmente demente) e gioca con i vari stereotipi tipici dei film di spionaggio: si va da Krieger, classico scienziato nazis… ahem, tedesco, a Cyril Phiggis il contabile dell’agenzia, perennemente vessato da Archer; da Lana Kane, la classica bond girl nonché esperto agente, unico personaggio sano di mente dell’intera serie, a Cheryl e Pam, impiegate nell’ufficio dell’ISIS, fino ad arrivare a Malory Archer, madre di Archer nonchè capo dell’organizzazione .
La serie, intrisa di uno humour nero e senza alcun pelo sulla lingua, si articola nel corso di (per ora) 10 stagioni, ma non ha una vera e propria trama orizzontale.
 Nonostante ciò lo show, oltre a migliorare dal punto di vista meramente tecnico, ha saputo innovarsi negli anni, trattando temi diversi in ogni stagione, diventando imperdibile per gli appassionati di serie come Simpsons, Griffin e South Park, nonché di film di spionaggio. La serie è presente su Netflix.

 

THE BOYS

Serie tv americana uscita nel 2019 ambientata in un mondo simile al nostro, nel quale i supereroi sono vere e proprie superstar la cui immagine è gestita da una potente multinazionale, la Vaught American, il cui obiettivo primario è trarre profitto dall’immagine e dal merchandise dei vari supereroi.
 Il prodotto di punta della Vaught sono i Sette, il gruppo di supereroi più potenti, amati e famosi, vagamente ispirato alla Justice League di casa DC.
 La storia ha inizio quando A-train, membro dei sette col potere della super velocità, investe la ragazza del protagonista, Hughie Campbell, uccidendola di fronte a lui.
 Questo evento sconvolgerà la vita di Hughie, instillando in lui un sentimento di vendetta che lo porterà a fare la conoscenza di Billy Butcher, ex agente della CIA, col quale rimetterà insieme la vecchia squadra di caccia supereroi della quale Billiy faceva parte, con l’obiettivo di esporre i crimini e le perversioni che si celano sotto la facciata del mondo dei supereroi.
 La serie si sviluppa nel corso di 10 episodi, in un escalation di colpi di scena e tensione che la rendono assai diversa dai supereroi a cui i film Marvel ci hanno abituati. La serie è presente su Amazon Prime Video

 

ROMANZO CRIMINALE

Prima di Gomorra e Suburra c’è stata lei. La madre delle serie tv crime italiane. Romanzo Criminale nasce da un’idea di Stefano Sollima e prende vita su Sky Cinema 1 nel lontano 2008. Dopo la sua messa in onda, la serie televisiva italiana non sarà più la stessa. Ispirata all’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e poi al film diretto da Michele Placido, la serie tv racconta l’ascesa al potere della Banda Della Magliana nella Roma degli anni ‘70. Attori allora semi-sconosciuti, credibili e perfetti per i loro ruoli, insieme ad una regia che ti fa sentire davvero di essere presente mentre le azioni si svolgono rendono il tutto credibile ed assolutamente coinvolgente. Seguiamo la storia criminale del Libanese, del Dandi, del Bufalo e di tutti i personaggi dai soprannomi improbabili alla conquista di Roma. Romanzo Criminale si snoda in due bellissime stagioni, dove ogni puntata è perfettamente confezionata e con un ritmo sempre incalzante e che non scende mai di tono.
Superate lo stereotipo che in Italia non sappiamo fare serie tv, perché Romanzo Criminale è la prova inconfutabile del contrario: non solo siamo capaci di farne, ma siamo anche maledettamente bravi.
 Se non l’avete ancora fatto, guardatela e non ve ne pentirete. Provare per credere. La serie è su Now TV.

 

BORIS

Diventata ormai cult, questa serie tv porta con sé una fanbase di aficionados che è cresciuta in modo esponenziale, soprattutto grazie al fenomeno dei social media. Eppure quando Boris è nata, nel 2007, il mondo di internet era ben diverso da quello che conosciamo oggi.
E allora a cosa è dovuto il suo successo? Perché oggi, nel 2020, ancora guardiamo Boris e ancora ci piace? Perché Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo (gli sceneggiatori della serie) sono stati in grado di raccontare una realtà sconosciuta ai più in modo assolutamente geniale, diretto, veritiero, credibile e divertentissimo. Boris infatti è una serie nella serie, autodefinitasi “la fuoriserie italiana”, un esperimento di metatelevisione: la televisione che racconta se stessa attraverso la televisione.

Seguiamo una troupe di Cinecittà intenta a girare una discutibile fiction italiana, “Gli occhi del cuore”. Un cast stellare composto da nomi conosciutissimi quali Francesco Pannofino, Caterina Guzzanti, Pietro Sermonti, Paolo Calabresi, Carolina Crescentini e poi infiniti cameo di attori e registi tra cui Marco Giallini, Filippo Timi e Paolo Sorrentino costellano il racconto di come si viva dietro alle telecamere, negli studi dove “accade la magia”… Più o meno.

Tra direttori della fotografia cocainomani, segretarie di edizione che alzano un po’ troppo il gomito e attori “cani”, Boris sa conquistare il suo pubblico raccontando una realtà così vicina ma lontana e sconosciuta. Tantissimi sono i tormentoni coniati da Boris e non si contano le pagine di satira e meme sui social che ancora oggi devono qualcosa a questa serie tv. Tre stagioni e un film compongono questa opera che ancora oggi sa divertire ed essere incredibilmente attuale; perciò lasciatevi conquistare, accendete la televisione e catapultatevi in uno dei teatri di Cinecittà per seguire le riprese de “gli Occhi Del Cuore 2”.


Current track
Title
Artist

Background