fbpx

5 GIOCHI DA TAVOLO FILLER CONSIGLIATI DA LUDUS IN TABULA

Written by on ottobre 3, 2022

Filler, tradotto dall’inglese vuol dire “riempimento”. In gergo ludico viene identificato come gioco in scatola di tipo filler un gioco di società utilizzabile come riempitivo di tempi morti, ad esempio in attesa di fare una nuova partita a qualcosa di più complesso.

Un filler è quindi un gioco veloce, con set-up immediatodivertentesemplice e che non richiede troppo sforzo intellettivo. Ecco 5 giochi da tavolo filler consigliati da Ludus in Tabula

RIFTFORCE

Se cercate un gioco perfetto da giocare in due che sia anche facile da imparare e dalla durata contenuta allora questo è ciò che fa per voi. In Riftforce controllerete quattro gilde di evocatori, ciascuna in grado di richiamare il proprio tipo di elementale dai poteri unici. Ogni turno schiererete fino a tre dei vostri potenti servitori oppure ne attiverete le abilità per annientare quelli del vostro avversario ed essere più vicini a controllare il Rift.

asmodee-hanabi-board-gameHANABI

Gioco collaborativo realizzato da Antoine Bauza, padre di 7 wonders, ispirato all’omonimo festival giapponese dei fuochi d’artificio: scopo dei giocatori sarà proprio quello di allestire il miglior spettacolo pirotecnico possibile giocando le carte dalla propria mano per creare cinque file , una per ogni colore, dal valore crescente ( dall’uno al cinque).
 La particolarità di Hanabi risiede nel fatto che ciascun giocatore dovrà tenere le carte in mano con il dorso rivolto verso di sè, giocando quindi senza sapere quali carte ha in mano, ma contemporaneamente conoscendo le mani dei propri compagni, ai quali, come azione di turno, potrà fornire informazioni. Hanabi si presenta come un gioco semplice, ma basteranno un paio di partite per accorgersi della sua grande profondità.

7wonders_duel7 WONDERS DUEL

Non è comune che uno spin-off superi la qualità del gioco a cui si ispira, ma è proprio ciò che riesce a fare questo autentico gioiellino, mantenendo invariati i punti di forza del 7 Wonders originale e rifinendo ulteriormente le meccaniche di gioco: anche in questa versione è infatti possibile conquistare la vittoria seguendo diverse vie, ma il nuovo sistema di scelta delle carte, che va a sostituire il draft, aumenta l’interazione e la strategia richiesta. Le due espansioni disponibili, Agorà e Pantheon, arricchiscono e completano l’esperienza di gioco; al contrario rimane invariata l’immediatezza che, insieme alla durata piuttosto contenuta delle partite, rende 7 Wonders Duel il perfetto filler per due giocatori.

HeroRealmsHERO REALMS

Gemellino fantasy di Star Realms, condivide con lui la maggioranza delle caratteristiche: si tratta sempre di un gioco dalla durata estremamente contenuta, che da il meglio di sé in partite uno contro uno: obiettivo di ciascun giocatore sarà quello di portare a zero i punti vita dell’avversario per primo.
A livello di meccaniche le grandi differenze fra i due giochi stanno nel bilanciamento delle carte: molte carte hanno effetti che possono incidere sul gioco in maniera più dirompente rispetto a star realms, sopratutto se comprate ad inizio partita.
 L’altra grossa differenza fra i due, oltre ovviamente all’ambientazione, sono le espansioni, tutte di natura modulare e dal costo veramente contenuto, che aggiungono sfide ai boss (interpretati da uno dei giocatori), nuovi mazzi di partenza basati su razze classi tipiche del fantasy, e addirittura una campagna multigiocatore.

Il-Palazzo-di-Jabba

STAR WARS: IL PALAZZO DI JABBA – UN GIOCO LOVE LETTER

Una simpatica riedizione del classico Love Letter in chiave Star Wars in una delle ambientazioni più amate della Trilogia Classica: il Palazzo del gangster Jabba The Hutt. In questa edizione speciale le meccaniche semplici ed intuitive del gioco base si ampliano attorno alle abilità degli iconici protagonisti del Ritorno dello Jedi, portando sul tavolo da gioco personaggi del calibro di Boba Fett, Luke Skywalker, Han Solo, la principessa Leia, C1-P8 e Chewbacca senza considerare i peggiori tagliagole della galassia al soldo di Jabba. All’inizio del proprio turno ogni giocatore possiede una sola carta, ne pesca un’altra, sceglie quale giocare e ne risolve gli effetti. Alcuni fanno scontrare due personaggi presenti in gioco, altre sbirciano la carta di un avversario, altri ancora prevengono eventuali danni. A differenza del gioco originale sono presenti quattro finali alternativi con differenti win conditions rendendo questo piccolo capolavoro ancora più strategico e longevo.

Buona partita!


Current track
Title
Artist

Background