Hot Tips: a cosa servono gli artisti?

Written by on aprile 29, 2020

Torna Hot Tips, i consigli di NeverWas Radio per scoprire la migliore musica del nostro tempo.

Il mondo musicale è ancora in grado di regalarci un sacco di soddisfazioni. Infondo, siamo fortunati, viviamo in un epoca in cui fare musica è semplice e siamo costantemente sommersi da tonnellate di artisti tra cui scegliere.

Ma questo non basterebbe, perché più artisti non significa automaticamente più qualità. Quello che fa la differenza, è che la tecnologia di oggi permette a chi ha delle buone idee di diffonderle molto rapidamente a un numero elevatissimo di persone. Per questo, in situazioni come quella che stiamo vivendo, la musica assume un ruolo di estrema importanza all’interno della vita quotidiana delle persone.

La musica, l’arte in generale,  è in grado di comunicare dei messaggi che a parole non fanno presa: può far scattare un grilletto emotivo, può evocare un ricordo, identificare un determinato tempo e un determinato spazio, cambiarti una giornata, definire un’identità, può stimolarti a compiere un’azione. Può cambiare la percezione del tempo. Può unire e può dividere. Molto di quello che viviamo è influenzato dalla musica, è difficile immaginare un mondo senza.

people

Per questo gli artisti sono ancora una figura fondamentale del mondo moderno. Sono persone in grado di parlare liberamente di fronte a milioni di persone. Avere questa possibilità significa portarsi dietro una grossa responsabilità, che non sempre viene consapevolmente gestista. 

Ad oggi però, sono tanti quelli che stanno prendendo coscienza del proprio ruolo, generando delle espressioni artistiche di alto livello, che ci portano ad accrescere la nostra sensibilità nell’analisi e nell’esplorazione della complessità del mondo che ci circonda.

Ed in questo momento è importante avere dei punti di riferimento che ci permettono di comprendere, di sfogarci e di scoprire. A questo servono gli artisti, a darci la possibilità di vedere le cose da un’altra prospettiva, che sia emotiva, filosofica o concreta.

La cosa migliore che possiamo fare durante questo periodo di vuoto e disorientamento è metterci alla ricerca di ciò che riesce a stimolare la nostra mente, scoprire altri modi di vedere le cose e aprirci al nuovo, perché quello che ci sarà dopo sarà nuovo, in ogni caso. 

city night

Di seguito, come sempre, vi consigliamo i lavori di quelli che per noi sono gli artisti che in questo momento incarnano questo modo di vivere il proprio ruolo. Buon ascolto.

 

Fiona Apple – Fetch The Bolt Cutters

Torna, dopo ben otto anni, una delle cantautrici più originali partorita dall’America degli anni 90′. Un’artista che è sempre stata in grado di riportare in maniera estremamente trasparente il proprio messaggio. Anche qui, a distanza di tanto tempo, riesce ancora a restare completamente sincera nell’espressione della proprio musica. Fetch The Bolt Cutters è un disco necessario, fisico, caratterizzato da un sound nato dalla lavorazione e la rifinitura di anni di lavoro, che nonostante ciò risulta ancora grezzo e istintivo, ma rivelando arrangiamento dopo arrangiamento una complessità ed un originalità uniche. 

eyes face woman

Lorenzo Senni – Scacco Matto

Primo disco pubblicato per Warp Records per l’artista italiano. Lorenzo Senni con questo nuovo lavoro porta ad un livello successivo l’idea che aveva generato anche il suo precedente disco, Persona. 8 tracce di techno-trance minimalista e destrutturata. Frammenti di suono, cristallizzati in cellule melodiche e ritmiche, generano dei brani la cui costruzione si basa su un costante concetto di azione e reazione, come se fossero porzioni di materia fisica che interagiscono con lo spazio circostante.

clouds sky electronic music

Tom Misch x Yussef Dayes – What Kinda Music

Cosa succede quando metti insieme uno dei chitarristi/producer più interessanti del momento e uno dei batteristi più particolari della scena nu jazz contemporanea? Succede che hai un disco che è una goduria per le orecchie. What Kinda Music è un lavoro che esalta le migliori qualità dei due giovanissimi musicisti, i quali contaminano reciprocamente i rispettivi sound, arrivando ad un risultato di notevole fattura, tecnica e creativa. I groove incalzanti e segmentati di Dayes si sposano perfettamente con l’estetica pop-funk di Misch, generando delle atmosfere intriganti e dilatate. Il tutto rimane su una dimensione di “semi-jam”, che regala un’estrema naturalezza al lavoro, mantenendo però quell’eleganza stilistica che caratterizza i due artisti inglesi.

nu jazz

King Gizzard and The Lizard Wizard – Chunky Shrapnel

Un live album tratto dall’omonimo film mandato in diretta streaming mondiale lo scorso 17 aprile. Un lavoro che cattura l’essenza della band australiana, senza mettere i 7 ragazzi di Brunswick su nessun piedistallo divino, ma raccontandoli in tutta la loro sincerità. Sedici tracce che includono alcuni dei brani capostipite della band registati durante l’ultimo tour mondiale, con l’aggiunta di alcuni inediti dal sapore elettronico (giusto per aggiungere altra carne al fuoco, come se non bastasse). Una visione trasparente e pura di una delle band più catalizzanti degli ultimi anni. 

hydra

Post Malone x Nirvana Tribute – Livestream

Qui parliamo non un disco, non un EP, né un live tradizionale, ma di una diretta YouTube che si è tenuta il 25 aprile. Ne parlo perché è una modalità di fruizione della musica a cui volenti o nolenti dovremo abituarci durante questo periodo. Ma al di la di ciò, a mio parere questo è uno degli omaggi migliori mai fatti in onore della band di Aberdeen capostipite del grunge. Uscito direttamente dalla mente di Post Malone, uno dei producer R&B/HipHop più in voga del momento, giovane genio dell’industria musicale pop. In questo live non manca nulla, dall’abbigliamento, all’attitudine, al sound. Malone, in compagnia di Travis Barker e soci è riuscito a rendere al meglio la crudezza e la potenza emotiva di una band che ha dato un nuovo volto alla musica rock negli anni 90′. Una performance carica di energia e sincero rispetto per quello che hanno significato i Nirvana per la storia della musica. L’iniziativa era inoltre a supporto di una raccolta fondi per l’emergenza Covid-19, attraverso la quale sono stati raccolti più di 500,000$. Una performance che quindi, oltre all’elevato valore artistico, acquisisce anche un enorme significato sociale.

 

 

 

 

 


Current track
Title
Artist

Background