PODCAST | Duluth intervista Vitt Moretta

Written by on maggio 3, 2020

Da quando lo scorso anno ho intervistato Paolo Cattaneo sul fumetto che stava realizzando in quel periodo (che nel frattempo è uscito per Rizzoli Lizard e si intitola Non mi posso lamentare, se siete interessati leggete qui), mi è presa un po’ la fissa per quello che succede tra un fumetto e l’altro.

D’altronde parlare di un libro fatto e finito è sempre ragionare su un percorso fatto, una riflessione sulle scelte prese e sul risultato ottenuto. Parlare di un libro che non esiste è invece parlare di nulla, di possibilità, di bivi, di dubbi, di passi falsi, di cose che ancora non si conoscono. Ed è forse il modo migliore per fare luce sul metodo creativo e produttivo di un artista che è obbligato a fare cronaca di sé stesso, dei suoi indugi e delle sue previsioni.

Vitt Moretta ha esordito nel 2018 con Il tramonto del Sea Breeze (pubblicato da Coconino Press) e da qualche tempo ha aperto il cantiere del suo nuovo libro. Come sarà alla fine questo fumetto ancora non lo sa nemmeno Vitt Moretta, e quindi non le resta che raccontarci delle cose che per ora stanno quasi tutte ancora nella sua testa.

Ecco l’intervista realizzata da Matteo Contin per Neverwas Radio ☟

Editing di Marco Saporiti – Articolo di Matteo Contin

vitt-moretta-comucs-duluth-rizzoli-intervista


Current track
Title
Artist

Background