Bohemian Rhapsody, fearless lives forever

Written by on dicembre 6, 2018

La pace dei sensi, ecco l’opinione di Seriology sul film di Bryan Singer.

È noto a tutti come i Queen siano una delle band più importanti che il mondo della musica abbia mai avuto. È noto a tutti che Bohemian Rhapsody sia un capolavoro che a distanza di 43 anni riesce a far emozionare ed innamorare milioni di persone in tutto il mondo. Noi, però, non siamo dei critici musicali e sarebbe superfluo continuare a parlare di questa canzone e di come i Queen, musicalmente, siano stati uno spartiacque dell’industria. Quindi perché utilizzare questo titolo e fare questa piccola premessa sui Queen? Semplice. Bohemian Rhapsody è diventato anche un film. Da qualche giorno è uscito al cinema e rimarrà nella testa e nel cuore degli spettatori per molto tempo.

Prodotto da Graham King e dal’ex manager dei Queen, Jim “Miami” Beach. Bohemian Rhapsody ha avuto una vita travagliata dal momento dell’annuncio nel 2010. Infatti ci sono stati molti cambi tra registi e attori. Inizialmente Freddie Mercury doveva esssere interpretato da Sacha Baron Cohen che, a seguito di disguidi di vario genere, decide di rinunciare. Quindi chi interpreta il divino Mercury? Rami Malek. E mai tale scelta fu più azzeccata. Rami Malek è perfetto nel suo ruolo e riesce ad incarnare lo spirito di Mercury rendendogli giustizia.

Ma cosa si può vedere in questa pellicola? Il tutto inizia nel 1970 con un giovane Freddie Mercury, all’epoca Farrokh Bulsara, che fonda i Queen insieme al chitarrista Brian May, il batterista Roger Taylor e successivamente il bassista John Deacon. Il film si sviluppa principalmente sulla figura di Freddie e in maniera più marginale sulla band in generale. In questi 134 minuti possiamo vedere come Freddie visse la sua esuberante vita tra scelte sbagliate, amicizie che non sono state tali e la sua famiglia, i Queen. Il tutto finisce con uno dei più grandi concerti della storia: il Live Aid del 1985.

Il film è un po’ romanzato, questo è vero,  ma rende la figura di Mercury più “divina” per chi non conosce il personaggio. Alcune scene sono molto forti e rischiano di far scendere qualche lacrima per la loro intensità e per l’utilizzo perfetto delle musiche, ovviamente dei Queen. Bohemian Rhapsody riesce ad emozionarti per tutta la sua durata. Inoltre il cast è perfetto e all’altezza dei nomi che interpretano.

Bohemian Rhapsody è stato un capolavoro prima e lo sarà per sempre.

Seri mai, superficiali sempre.

Per riascoltare la puntata visita la nostra pagina di Spreaker e il nostro canale YouTube. Non perderti gli aggiornamenti e seguivi su Instagram.


Current track
Title
Artist

Background