TRE RAGIONI PER ANDARE AL LUGANO BUSKERS FESTIVAL (L’ANNO PROSSIMO)

Written by on agosto 4, 2017

Per la nostra prima esterna all’estero (sì, dai concedetecelo), abbiamo avuto il piacere di portare la postazione mobile di NeverWas Radio al Lugano Buskers Festival ed è stato bellissimo, per diversi motivi. Vuoi sapere quali? E allora leggi qui!

1 – GLI ARTISTI
Tra parco Ciani e Pizza Manzoni ci sono poco più di 500 metri e circa una cinquantina di artisti. Vengono da tutta Europa, ma anche da fuori (come Degurutieni: un po’ Tom Waits, un po’ Louis Armstrong, ma Giapponese). Arte visuale, musica e performance si intrecciano e si alternano senza lasciare vuoti, ovunque ti giri c’è qualcosa di interessante da vedere o ascoltare. Parlando di musica, l’offerta è vastissima e ben curata, apprezzabile da tutti ma non per questo scontata, perfettamente in equilibrio tra il pop e la ricerca. Si va dal garage rock più ruvido, al cantautorato più sognante; passando per la cumbia, il jazz, il rap e un sacco di altre sfumature indefinibili e affascinanti. Tra i nostri connazionali ricordiamo sicuramente i Campos, grande rivelazione del NeverWasRadio Fest 2017, e l’adorabile Lucio Corsi, ottimo cantastorie nonché campione italiano di camicie incredibili.

2 – I REGAZ
Instancabili nelle loro magliettine rosa, i regaz dell’organizzazione entrano di diritto nella conta dei buskers, se non altro per i loro incredibili spettacoli di magia. Del resto non è da tutti riuscire a far comparire in rapida successione: dei pesi per fermare per il gazebo (che noi non avevamo), degli adattatori per le prese di corrente (che noi ci siamo dimenticati) e un paio di forbici super professionali (quelle le avevamo, ma si sono rotte). Le parole magiche erano sempre le stesse “Non c’è problema”.
Wow.

3 – LE LOCATION
Si va dal romantico Parco Ciani, con i suoi alberi secolari affacciati sul lago; alla passeggiata nel centro di Lugano, tra turisti di ogni nazionalità e bancarelle di tutti i colori. Le performance artistiche sono un po’ ovunque: ci sono spot stabili, come il Jungle Degu (il nostro preferito) allestito in un boschetto di palme. E poi quelli che spuntano dal nulla, con un delirante Bella Veneziae che sbraita in ciabatte, proprio lì dove un attimo prima passeggiava -mano nella mano- una coppietta. Gli artisti si esibiscono più volte al giorno e in spot diversi, permettendo al festival di continuare a suonare e al pubblico di non perdersi nemmeno uno spettacolo. Se fossero le location a valorizzare le performance o il contrario, sinceramente, non l’abbiamo ancora capito. Ma probabilmente entrambe le cose e va benissimo così.

Bilancio quindi assolutamente positivo. E le strade invase di spettatori provenienti da tutta Europa, sono la prova che non ci sbagliamo.

Consiglio: prendi la micro guida con gli orari delle esibizioni e qualche info sugli artisti. Oltre ad essere il tuo navigatore durante il festival, sarà utilissima anche per andare a ritrovare e risentire gli artisti che ti hanno colpito di più.

Prossima edizione: 18 – 22 luglio 2018 !

 

Guarda qui le interviste:


NOW ON AIR

NeverWas Radio

Current track
TITLE
ARTIST

Background