2020 – nuove uscite e buoni propositi

Written by on gennaio 12, 2020

Il 2019 è stato un anno ricco di musica e di grandi uscite, riuscirà il 2020 a mantenere lo stesso trend? Scopriamolo insieme.

Le feste sono ormai finite e il 2020 è iniziato. Come ogni anno, ognuno avrà fatto i propri buoni propositi e molti avranno già trovato il modo di disilluderli: abbonamenti in palestra mai fatti, diete mai iniziate, mancia natalizia della nonna bruciata in biglietti per concerti e decine di dischi da ascoltare rimasti indietro.

Fortunatamente però, il 2020 si presenta come un anno ricco di sorprese. Sono tanti infatti gli artisti che hanno annunciato delle uscite per quest’anno, tra news ufficiali e voci di corridoio. Scopriamone insieme alcuni!

Tra i dischi più attesi di quest’anno, c’è sicuramente The Slow Rush, ultimo lavoro dei Tame Impala. Kevin Parker e compari ci hanno fatto venire l’acquolina in bocca per tutto il 2019, rilasciando ben 4 singoli (più uno uscito pochi giorni fa). La direzione è quella intrapresa con Currents, con un pizzico di eccentricità in più nella ricerca sonora. La band australiana dipinge una dimensione in cui pop ed elettronica si fondono in una nube di psichedelia innata, che lascia trasparire dei colori appartenenti ad un mondo lontano dal nostro. Il lavoro completo uscirà il 14 febbraio e io sto quasi pensando di spostare il mio compleanno lo stesso giorno 😉

sand light windows

Arrivata anche, da canali meno ufficiali, la notizia di un nuovo disco di Kendrick Lamar per il 2020. Il rapper statunitense ci ha lasciati nel 2017 con l’incredibile DAMN. che gli è valso la vittoria di un premio Pulitzer. Ritmica e linguaggio al servizio di una narrazione cruda e concreta, attraverso la quale è riuscito a raccontare la complessità dei problemi che la società mondiale sta attraversando. Difficile pensare che possa fare meglio di così, ma d’altronde lo dicevamo anche dopo To Pimp a Butterfly e sappiamo tutti come è andata a finire. Direi che può essere lecito aspettarsi qualcosa di grande.

back guy white shirt rap

Grandi aspettative anche per la prossima uscita della producer canadese Grimes, Miss Anthropocene. Annunciato ormai lo scorso marzo, il disco si presenta come una forte critica al nostro sistema, accompagnata da una profonda riflessione sul climate change ed i problemi legati ad esso. I 5 singoli rilasciati finora ci mettono di fronte alla figura di una dea del cambiamento climatico, pronta a devastare qualsiasi cosa gli si pari davanti. Abbiate paura.

black goddess cimate change

Un altro dei rumor più chiacchierati degli ultimi mesi, è quello riguardante la possibile nuova uscita di un disco di Childish Gambino. Diciamo che nel 2019 il poliedrico artista ha strizzato più volte l’occhio a questa possibilità, pubblicando un mini EP di due brani, intitolato Summer Pack, e sopratutto con l’uscita del brano This is America, vero e proprio capolavoro a 360 gradi. Un lavoro che ha destato un forte scalpore, per i temi trattati, per la realizzazione sopraffina del brano e per l’enorme valore culturale del video che accompagna il pezzo. Insomma, speriamo che non si sia trattato di un’uscita isolata, perché il mondo mainstream ha bisogno di artisti e contenuti di questa caratura.

black guy gun headshot

Molto attesi anche i nuovi lavori di Frank Ocean, Tierra Whack e SZA, tutti artisti che vengono da pubblicazioni di ottimo livello e che sono chiamati a riconfermare le loro grandi doti creative. Ad adesso però, l’unico ad aver pubblicato dei singoli (che fanno ben sperare) è il rapper di Long Beach, restiamo quindi in attesa di ulteriori news riguardanti le pubblicazioni delle due giovani artiste.

rapper singer

Oltre a loro, da mettere sicuramente tra i must have di quest’anno, il nuovo album di Pheobe Bridgers. Dopo lo straordinario debutto con Stranger in the Alps nel 2017, la cantante statunitense non si è fermata un’attimo, tanto da pubblicare due lavori fenomenali negli ultimi due anni. Il primo, da far girare la testa, boygenius EP, uscito nel 2018, realizzato in trio con Lucy Dacus e Julien Baker; il secondo, Better Oblivion Community Center, del 2019, composto in duo insieme al songwriter Conor Oberst. Entrambi sono caratterizzati dalla forte introspettività dei testi della Bridgers e dal morbido timbro della sua voce. Beh, non le si può certo dire che sia stata con le mani in mano, o che ci abbia lasciato a bocca asciutta, ma nonostante ciò qui a NeverWas Radio aspettiamo trepidanti quello che sarà il suo secondo disco da solista.

girl white blonde

All’interno dei confini nazionali, tra le uscite più attese di quest’anno abbiamo sicuramente Lucio Corsi e Giovanni Truppi. Il primo, reduce dall’incantato mondo di Bestiario Musicale, uscito nel 2017, ha annunciato il nuovo Cosa Faremo da Grandi, la cui pubblicazione è prevista per venerdì 17 gennaio. Lo stravagante cantautore toscano si allontana dalla forma fiabesca del precedente lavoro, per sposare una dimensione più psichedelica, senza però tradire il suo immaginario fatto di figure estremamente delineate, ma sempre immerse nella liquidità nel suo mondo stralunato, che a noi è permesso percepire solo attraverso le sue canzoni.

man guitars sky

Giovanni Truppi invece, dopo Amore e Civiltà, uno dei dischi più belli e completi usciti negli ultimi anni in Italia, ha annunciato un EP con delle super collaborazioni. L’ironico cantautore napoletano ospiterà infatti artisti come Calcutta, La Rappresentante di Lista, Niccolò Fabi e Brunori SAS (che ha appena pubblicato il suo nuovo album, Cip!). Dei nomi da capogiro, che fan più che ben sperare per il futuro prossimo del Truppi. Il tutto coordinato dalla mente di Giovanni Pallotti, bassista di Flim e Marco Mengoni, che ha prodotto l’EP.

head face 5

Insomma, diciamo che per essere all’inizio dell’anno siamo già a buon punto. Senza contare poi le uscite annunciate di Squarepusher, Algiers, Mura Masa, Moses Sumney, Wolf Parade, Kvelertak e tanti, tanti altri.

Se posso dare un consiglio, fate in modo di liberarvi da qualsiasi pregiudizio musicale e quest’anno ascoltate più musica che potete. Arricchitevi di nuove esperienze, provate cose a voi inedite, perché abbiamo la fortuna di vivere in un’epoca piena di musica stupenda. Sarebbe un peccato lasciarsi scappare questa occasione. Imparate a sfruttare i lati positivi dello streaming, trovate il modo di interagire naturalmente con la fluidità della musica e cercate di carpire più informazioni possibile, senza lasciarvi influenzare da chi non riesce ad aprire la mente. Il nostro mondo è pieno di cose belle, di tutti i tipi e per tutti i gusti.

L’unica cosa che dobbiamo fare è aprirci e lasciar entrare tutto quello che può aiutarci a progredire umanamente e culturalmente; fate sì che questo sia un anno di crescita, al di là di qualunque proposito.

 

 

 

 

 

 

 


Current track
Title
Artist

Background