Esperimento Famiglia Sballata: si può vivere senza imballaggi?

Written by on aprile 5, 2019

Ridurre al minimo il consumo di plastica. Ecco l’obiettivo della “Famiglia Sballata” di Varese, che da qualche mese ha rinunciato quasi totalmente agli imballaggi. Come è andata? Ce lo racconta Chiara!

Hai mai pensato, a quanta plastica compri ogni volta che vai al supermercato? Le vaschette della frutta e le buste dell’insalata -per esempio- le bustine dei fazzoletti di carta, le bottiglie d’acqua, quelle dei detersivi… E ti sei mai chiesto se siano così indispensabili?

Chiara, Lorenzo e loro figlio Dario queste domande se le sono fatte molte volte e la loro risposta è stata provare a vivere per un mese senza imballaggi e diventare una Famiglia Sballata.  E com’è andata? Bè, bene, se si conta che l’esperimento che doveva durare 30 giorni, va avanti ormai da quasi 5 mesi e che pure altre famiglie hanno già deciso di raccogliere il testimone e diventare plastic free.

 ASCOLTA IL PODCAST DELL’INTERVISTA QUI

Ascolta “Conosciamo la Famiglia Sballata, una famiglia che usa e non getta!” su Spreaker.

Ma com’è la vita di una Famiglia Sballata? Non semplicissima -a dirla tutta-  ma sicuramente piena di sorprese. Per esempio, sapevate che a Varese c’è un benzinaio che vende anche detersivi sballati? E che sono tantissimi i gruppi d’acquisto che permettono di comprare prodotti di qualità direttamente dai produttori?

Sicuramente diventare una Famiglia Sballata richiede un grosso cambiamento a livello di stile di vita. Ci vuole un pò di tempo in più per scegliere, informarsi e comprare, soprattutto se si conta che -fino ad oggi- la grande distribuzione non agevola particolarmente chi sceglie di acquistare sballato. A rendendere le cose un pò più complicate ci sono anche le normative sulla sicurezza alimentare, in Italia più rigide che altrove. Ma non si esclude che queste esperienze di “sballo” possano funzionare da massa critica per stimolare un cambiamento, anche a livello legislativo.

L’iniziativa “Famiglia Sballata”, partita lo scorso novembre in occasione della “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti” è appoggiata dal Comune di Varese, Legambiente, Osservatorio provinciale dei rifiuti, Comune e Acsm Agam.


Current track
Title
Artist

Background