Hot Tips | Settembre

Written by on settembre 4, 2019

L’estate è quasi finita, ma ecco gli Hot Tips di NeverWas Radio per addolcire il rientro al lavoro

Settembre è inesorabilmente arrivato, le giornate stanno via via accorciandosi, al lavoro già si prospetta un anno infuocato, mentre la sabbia bianca e l’acqua cristallina sono ormai un lontano ricordo. La mente è già in volo verso le ferie natalizie, i più organizzati stanno addirittura già pensando alla vacanza dell’anno prossimo. Ma nonostante i voli pindarici, la realtà delle cose è che siete in ufficio, con la scrivania piena di scartoffie da compilare (come è possibile se fino a ieri n0n c’eravate neanche?) e il capo che vi racconta il suo soggiorno trimestrale tra Caraibi, Polinesia e Madagascar.

Ma non preoccupatevi, anche noi di NeverWas Radio siamo tornati al lavoro e abbiamo preparato qualcosina per rendere il vostro rientro un pò meno traumatico. Ecco gli Hot Tips di settembre, con tutta la musica migliore uscita quest’estate!

 

Blanck Mass – Animated Violence Mild

Industrial-dance cupo e aggressivo, a metà tra Igorrr e Marylin Manson. Come al solito il nostro Benjamin John Power attenta all’udito dell’ascoltatore con un sound brutale e degradato. Interessante il contrasto tra la ritmica feroce e serrata e la melodia invece spesso soave e malinconica.

 

Tropical Fuck Storm – Braindops

Un album che sin dal titolo sembra sciogliersi tra le mani. Il sound è costituito da un post-punk psichedelico barcollante e destrutturato, con venature ethno e hip-hop. Il tutto fa da tappeto liquido a delle voci alienanti che raccontano del decadimento della nostra società e di temi legati al controllo della mente. Un disco non di facilissimo ascolto, ma ottimo per estraniarvi dal mondo per qualche tempo.

tropical fuck storm braindrops australia

 

Cory Wong – Motivational Music for the Syncopated Soul

Cory Wong è sicuramente uno dei chitarristi più interessanti sulla piazza. Il suo funk style sta facendo scuola nel suo complesso minimalismo. Dopo Vulfpeck, The Fearless Flyers e tante altre collaborazioni arriva il suo terzo album. Funk, soul, disco, fusion e tanto altro in un disco strumentale che va oltre la sua chitarra elettrica. Il suo obiettivo era far divertire, direi che ce l’ha fatta.

King Gizzard and the Lizard Wizard – Infests the Rats Nests

Secondo LP per quest’anno (il 15° dall’inizio della loro carriera, nel 2010) per la straordinariamente prolifica band di Melbourne. Che dire, i KGLW continuano a stupire, questa volta in salsa thrash metal. A metà tra citazioni dei mostri sacri del genere e puro songwriting gizzardiano, la band sviluppa un album davvero spettacolare. Ma la vera forza di questo disco sta nel concept, che narra di un futuro (neanche così lontano) in cui la razza umana ha devastato la terra e deve trovare un Pianeta B. Profetici.

 

Not Waving – Downwelling

Alessandro Natalizia è sicuramente uno dei migliori artisti che il nostro paese ha regalato al mondo. Ogni suo lavoro si differenzia dal precedente e lo porta ad esplorare mondi sempre diversi. Qui lo vediamo alle prese con dei tappeti sonori esoterici e minimali, dal carattere quasi ambient, senza però mai perdersi in indefinibili nuvole sonore. A lui si affianca l’oscura figura di Dark Mike, che altri non è che Mark Lanegan, che con la sua voce come sempre tetra e profonda si muove attraverso il tessuto elettronico del disco. Insomma, un duo da non perdere.

not waiving dark mike lion

 

Coucou Chloe – Naughty Dog

E’ uscito l’ultimo EP dell’artista londinese, pubblicato per NUXXE etichetta la lei stessa fondata. La dj si allontana un po’ dal mondo avant-garde e dal sound estremo che ha caratterizzato i lavori precedenti, per dare spazio ad un club-pop fortemente influenzato dalla grime inglese. Un disco urbano, oscuro ed estremamente crudo. Non proprio adatto ad un pubblico di minori non accompagnati, come del resto tutta la sua discografia.

 

Stonefield – BENT

Anche per loro è arrivato il momento della consacrazione. E non potevano farlo meglio, con un quarto disco superbo. Stoner e psichedelia, mix assolutamento non inedito, ma qui straordinariamente ancora efficace, si fondono alla perfezione in un lavoro che riporta all’epoca sabbathiana, senza però cadere in inutili citazioni o soluzioni sentite e risentite. Ottimo esempio di come uno stile ormai estremamente inflazionato possa ancora dare spunti per dell’ottima musica.

 

Peggy Gou – DJ-Kicks

L’artista coreana è una delle producer più promettenti del mondo dell’elettronica e questo disco ne è la conferma. Un mix album che pesca da tutte le influenze della dj e ne trasmette l’assoluta poliedricità e freschezza mentale. House, acid, techno, breakbeat, dubstep e chi più ne ha più ne metta. Insomma la Gou non ha paura di provare cose diverse o di intraprendere sentieri non conosciuti. Noi intanto aspettiamo trepidanti qualche traccia originale.

peggy gou dj-kicks danfloor elettronica

 

 

 


Current track
Title
Artist

Background