E se le fragole non ci fossero più?

Written by on aprile 2, 2019

Perchè abbiamo bisogno di un modello di sviluppo sostenibile e perchè gli studenti delle superiori sono la nostra salvezza (e quella delle fragole)

Cosa succede se vai in una classe del liceo e racconti agli studenti che -se non arrestiamo il cambiamento climatico- nel 2050 non potremo più mangiare le fragole? E se poi dici loro che circa la metà della popolazione mondiale vive con meno di 2$ al giorno? Succede che i ragazzi ti guardano con gli occhi pieni di punti di domanda e ti dicono di essere – ovviamente – spaventati e preoccupati. Perchè questa situazione loro di certo non l’hanno causata, eppure saranno proprio loro a farne le spese, in un futuro pericolosamente vicino.

Non sto lavorando d’immaginazione. Tutto questo è successo – proprio settimana scorsa – con i ragazzi della 4^V1 e 4^V2 del Liceo Artistico “Candiani” di Busto Arsizio, con i quali abbiamo la fortuna di lavorare all’interno di un progetto MIUR/MIBAC intitolato: #STORIE2030 – “RACCONTARE LO SVILUPPO SOSTENIBILE: il cinema e l’audiovisivo come linguaggio universale di sviluppo della memoria sociale con l’obiettivo della prosperità delle persone e del pianeta”. Coinvolti, oltre a noi, anche altri istituti bustocchi e associazioni del territorio. L’obiettivo? Realizzare dei contributi audiovisivi per narrare lo sviluppo sostenibile e le problematiche che vuole risolvere. 

Cosa fare per raggiungere un modello di sviluppo sostenibile, alternanza scuola-lavoro con il liceo candiani di busto arsizio

Ma cosa si intende con sviluppo sostenibile? Si intende una forma di sviluppo economico compatibile con la salvaguardia dell’ambiente e la tutela dei diritti umani. In parole povere: l’esatto opposto del modello di sviluppo che abbiamo adottato fino ad oggi.  Raggiungerlo richiede un cambiamento radicale del nostro paradigma culturale, che significa abbandonare indifferenza e pregiudizi, prendere consapevolezza e decidere di abbracciare uno stile di vita collettivo, basato sui concetti di equità e rispetto (sia dell’ambiente che delle persone).

Quello dello sviluppo sostenile è un tema talmente importante e talmente urgente, da aver richiesto anche la mobilitazione di 193 paesi membri dell’ONU, che nel 2015 hanno sottoscritto l’Agenda2030, il programma d’azione articolato in 17 macro obiettivi, da raggiungere entro il 2030. La posta in gioco? Salvare il nostro pianeta.

Cosa fare per raggiungere un modello di sviluppo sostenibile, alternanza scuola-lavoro con il liceo candiani di busto arsizio

I ragazzi sanno già che ci siamo abituati a uno stile di vita che sta facendo male a tutti e che la consapevolezza è il primo passo verso l’azione. Alcuni loro sono molto informati, altri -ammettono- un pochino meno, ma sono sicuramente tutti concordi nel voler fare qualcosa e guidarci verso il cambiamento necessario. Ascoltare le riflessioni di questi ragazzi – parentesi sentimentale- mi ha folgorata. Mi aspettavo di dover spiegare loro qualcosa, in realtà me ne sono tornata a casa piena di speranza per noi, per il pianeta, per le altre persone …e pure per le fragole.

Raccontare, informare e agire sono gli imperativi morali della nostra epoca. Esistono tante strade per farlo, tante orecchie pronte a cogliere il messaggio e tante mani desiderose di mettersi al lavoro.

I ragazzi sono pronti, noi?

 


Current track
Title
Artist

Background