Vasi Comunicanti | il festival di cultura e teatro transfrontaliero

Written by on luglio 9, 2019

Dal 12 al 21 luglio arriva Vasi Comunicanti, il festival transfrontaliero di Teatro e Cultura a cura di Karakorum Teatro e Fondazione Claudia Lombardi per il Teatro.

Un confine non è solo una linea: la frontiera è un territorio in cui due differenze si sciolgono una nell’altra, un territorio in cui, in qualche modo, le differenze non esistono.

E se il confine di stato non fosse una barriera ma un luogo di scambio? Prendi il Ceresio per esempio, lago di confine, ma anche – basta vederlo da un altro punto di vista – connettore geografico, economico, turistico e culturale.  Ed è proprio da lui – dal lago – che parte Vasi Comunicanti, il progetto di Karakorum Teatro (Varese) e Fondazione Claudia Lombardi per il Teatro (Lugano). Perchè? Per ripensare la cultura e il territorio in un’ottica di permeabilità e partecipazione. La cultura non si subisce, la cultura si fa. Meglio ancora se insieme alle comunità locali che da semplice pubblico diventano creatrici, provando ad abitare il territorio e la sua cultura in modo attivo e creativo.

Ma Vasi Comunicanti cos’è? E’ un festival di teatro e cultura, che propone un cartellone di iniziative culturali e artistiche capaci di coinvolgere in prima persona i cittadini per raccontare ricordi, storie e futuri possibili di un territorio di frontiera. Con l’obiettivo di ricostruire una “cultura del confine”, il progetto teatrale e residenziale propone: una programmazione di eventi, spettacoli e laboratori che stimolino al confronto su contenuti specifici importanti per il territorio. Ma anche la produzione di uno spettacolo site-specific attraverso un processo che coinvolgerà direttamente i cittadini.

festival teatro varese lugano estate 2019

In buona sostanza il fine ultimo del progetto è lo sviluppo di una comunità territoriale trasfrontaliera, attraverso il teatro e l’attività culturale, facendo leva in primis sulla bellezza del territorio e sul suo valore culturale, storico, umano e relazionale. Anche per questo, sono stati pensati dei momenti in cui il pubblico svizzero possa incontrare il pubblico italiano, proprio là dove Italia e Svizzera si toccano: il lago. Domenica 21 luglio, infatti, coloro che lo vorranno potranno attraversare il lago insieme ai pescatori per andare a conoscere la storia di coloro che abitano dall’altra parte.

Gli artisti risiederanno nei comuni aderenti durante tutta la durata del festival, avendo così l’occasione di conoscere i cittadini e raccogliere le storie del territorio. Gli spettacoli e le iniziative collaterali abiteranno spazi non convenzionalmente destinati alla cultura: esercizi commerciali, vie, piazze, cortili, offrendo così un nuovo sguardo sul territorio.

Perchè Vasi Comunicanti vuole dunque essere molto più di un progetto culturale, ma un vero e proprio motore di riattivazione di questi paesi di confine: cultura, socialità, turismo ed economia possono dialogare attraverso l’arte.

Clicca qui per scoprire il programma dettagliato!

 

 


Current track
Title
Artist

Background