Giornata della memoria per le vittime di mafia: ecco cosa si farà a Varese

Written by on marzo 21, 2018

Il 21 marzo è la “Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”. Un’occasione per ricordare e, soprattutto, per lavorare alla legalità.

Pizza, mafia, mandolino. Le mafie sono universalmente riconosciute come un fenomeno rappresentativo del nostro paese. Del resto, basta pensare che la storia della criminalità organizzata in Italia è lunga almeno quanto quella dello Stato, probabilmente anche di più.

La mafia si insinua lì dove lo Stato è debole. Riempie gli interstizi fino a sostituirsi alla legalità. E, anche se non ci vogliamo credere, non si tratta solo di una questione meridionale. La mafia c’è e opera anche nel Nord Italia, dove si è spostata in cerca di mercati più liberi, attirata dai lustrini della produzione e del capitale.

Anche Varese non se la passa bene: secondo il censimento di Libera, infatti, sono circa un’ottantina i beni immobili confiscati alla mafia in provincia (più o meno la metà solo nel capoluogo). La dimostrazione tangibile di come, anche a casa nostra, succedano cose che sfuggono al nostro controllo.

Ma parlare sempre e solo del problema, non rende giustizia a chi -tutti i giorni e con estremo coraggio- lotta e lavora per contrastare questi fenomeni, non con le armi ma con la cultura e la prevenzione.

Sì perché il primo passo verso la liberazione è fare terra bruciata (metaforicamente parlando) attorno a queste organizzazioni. Educare ed educarsi a combatterle fin da bambini, usando come scudo una mentalità immune dalle logiche intimidatorie e dall’omertà. Perché la mafia non è solo un fatto. E’ anche un atteggiamento. 21

Ecco perché il 21 marzo è il giorno dedicato alla memoria delle vittime di mafia e, soprattutto, all’impegno nel contrastarle. E anche Varese non sarà da meno.

I figli dell'officina al teatro del popolo di Gallarate e Christian Di Domenico allo spazio yak di Varese per ricordare le vittime di mafia il 21 marzo

Ecco le iniziative organizzate per mercoledì 21 marzo:

Musica: I figli dell’officina live al Teatro del Popolo di Gallarate

Originari di Troina, in provincia di Enna, I Figli dell’Officina si impegnano a sensibilizzare il pubblico rispetto al tema della lotta alle mafie, attraverso la loro musica definita da molti come “cantautorato antimafia”. Dal 2010 ad oggi hanno diviso il palco con artisti del calibro di Franco Battiato, Almamegretta, Modena City Ramblers e Marta Sui Tubi, suonando anche a Cinisi, in occasione dell’anniversario della morte di Peppino Impastato. Il loro primo disco “Io non ho” è anche un progetto di sensibilizzazione e prevenzione che la band porta nelle scuole per educare gli studenti alla legalità, spronandoli ad abbattere i muri d’omertà perché – dicono- “L’educazione alla Legalità rappresenta uno degli aspetti fondamentali della formazione integrale della persona”.
Evento facebook

Teatro: “U Parrinu – la mia storia con Padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia” allo Spazio Yak

Uno spettacolo di e con Christian Di Domenico, per ricordare Padre Pino Puglisi, ucciso da Cosa Nostra nel 1993, il giorno del suo 56°compleanno. La sua colpa fu quella di aver sottratto alla strada (e al vivaio della criminalità organizzata) tantissimi ragazzini siciliani, insegnando loro che si può ottenere rispetto anche senza essere criminali. Che i mafiosi non sono idoli e che esiste un mondo, al di fuori di quello popolato da cosche e boss. Lo spettacolo è realizzato all’interno del progetto TUTTA UN’ALTRA STORIA, promosso dal Comune di Varese con il contributo di Regione Lombardia, in collaborazione con Cooperativa Totem impegnata, associazione Cortisonici e Cooperativa Naturart. Il progetto si avvale inoltre della supervisione scientifica di Libera Associazione contro le Mafie e dell’agenzia di comunicazione Hagam e il supporto di Coop Lombardia.
Evento facebook

I figli dell'officina al teatro del popolo di Gallarate e Christian Di Domenico allo spazio yak di Varese per ricordare le vittime di mafia il 21 marzo

POTREBBE INTERESSARTI:

Legalità sul palco: un contest musicale gratuito per combattere la criminalità organizzata


Current track
Title
Artist

Background