Pablo Cammello ospite al podcast Duluth, una roba di fumetti!

Written by on ottobre 16, 2019

Da bambino Pablo Cammello [Tumorama]riusciva a fare entrare il pezzo di plastica esagonale nel buco di forma quadrata. Ha continuato a farlo anche con le sue storie, infilando di forza nella quotidianità della sua generazione, una mitologia capace di raccontarne le peculiarità e le stranezze, tra un’eternità vissuta fuori corso e la sitcom quotidiana e psichedelica della vita con i coinquilini. I suoi fumetti sono strani e normali allo stesso tempo, storie che cominciano in un appartamento e terminano nel noumeno. In questa quinta puntata di Duluth – Una roba di fumetti, Pablo Cammello ci racconta come fa a creare cose normali che sembrano strane e cose strane che sembrano normali.

Nel mezzo qualche digressione sulla scrittura dei fumetti e l’evoluzione del tratto, il tutto per cercare di capire il mistero che si cela dietro un autore capace di scrivere la storia demenziale di una pizza e di trasformarla in una riflessione esistenziale per nulla banale.

duluth-comics-fumetti-podcast-neverwasradio-gagarin-tumorama

Cammello è nato, vive a stento e sicuramente morirà, anche se non si sa mai. Divide la sua vita tra Lecco e Milano ed è membro fondatore del trio Infame Studio, composto oltre a lui da Spugna e Marco Caselli. Ama la psichedelia, la musica pesante con stile, i vini (anche quelli più economici).

Nel 2015 comincia l’avventura di Tumorama che presenta a Lucca Comics & Games, dove vince il premio Gran Guinigi con Lucha Libre come miglior stand autoprodotto. Attualmente sta  apprendendo a dipingere con i gomiti. Ogni tanto pubblica illustrazioni qua.

(Qui sotto un ritratto dell’autore con prostitute)

duluth-comics-fumetti-podcast-neverwasradio-gagarin-tumorama

 


Current track
Title
Artist

Background